Piattaforma sull'orrido in via Mala

Dal Bed an Breakfast, si raggiunge la piattaforma in questo modo. Ci si ricollega alla strada principale ( 200 metri) e si sale a sinistra per la Valle di Scalve. Si percorrono circa 8 chilometri e subito dopo la seconda galleria, in prossimità dell’ex Casa Cantoniera sulla destra c’è un ampio parcheggio.
La via Mala è la strada che collega Angolo Terme col paese di Dezzo in Valle di Scalve, circa 12 chilometri.
E’ stata realizzata a ridosso dell’Unità d’Italia. Una strada che a tratti è stata ricavata direttamente dalla roccia creando una volta strettamente parallela alla forra che il fiume Dezzo aveva creato del corso degli anni. In questo tratto la Via Mala ha preso il nome di Capanne proprio a indicare l’effetto dello scavo nella roccia. In altri tratti la strada era soggetta alla caduta pericolosa di sassi provocata dal disgelo.
Capanne via Mala

Capanne via Mala

Stradini via Mala

Stradini via Mala

Nei tratti meno pericolosi era comunque una strada molto tortuosa fatta di curve e controcurve che si adattavano alla montagna e al fiume.
Di fatto ogni volta che si doveva percorrere questa strada era sempre un’avventura e non sapevi cosa poteva succedere.
Non sembra vero ma lungo questa strada transitavano anche le corriere, i pullman che portavano i lavoratori pendolari nelle acciaierie di Darfo e Lovere.
Durante il periodo invernale una nutrita squadra di stradini cantonieri si prodigava a rompere il ghiaccio per creare il passaggio necessario al transito.
Nei tratti meno pericolosi era comunque una strada molto tortuosa fatta di curve e controcurve che si adattavano alla montagna e al fiume.
Di fatto ogni volta che si doveva percorrere questa strada era sempre un’avventura e non sapevi cosa poteva succedere.
Non sembra vero ma lungo questa strada transitavano anche le corriere, i pullman che portavano i lavoratori pendolari nelle acciaierie di Darfo e Lovere.
Durante il periodo invernale una nutrita squadra di stradini cantonieri si prodigava a rompere il ghiaccio per creare il passaggio necessario al transito.
Stradini via Mala

Stradini via Mala

Ora la viabilità per fortuna è stata messa in sicurezza grazie a una serie di gallerie e ingabbiamenti della roccia che ne assicurano il transito, precludendo però la vista deli scorci più suggestioni. Negli ultimi anni, un progetto che ha visti coinvolti molti enti territoriali ha recuperato un tratto della vecchia viabilità per consentire ai visitatori di rivivere quelle suggestioni. In prossimità della dismessa Casa Cantoniera, si è realizzato un percorso sensoriale di circa 500 metri in cui è possibile rivivere le emozioni di un tempo. In particolare, una piattaforma trasparente sull’orrido ci permette di stare sospesi nel vuoto. Questo percorso è accessibile anche a visitatori in carrozzina.
Piattaforma sul Canyon

Piattaforma sul Canyon

Lungo il suggestivo percorso sono stati installati dei puntatori geologici che ci mostrano spiegandole le stratificazioni delle rocce nel corso dei secoli. Il percorso è attrezzato con aree pic-nic e c’è un breve sentiero che raggiunge il fiume Dezzo. Da li ci si può avventurare a nuoto nella gola oppure, dove il letto del fiume lo consente, raggiungere l’altra sponda. Di là del fiume c’è uno scenario mozzafiato. Accanto alla gola ci sono delle cascatelle perenni che una volta sotto, sembra di essere in una SPA naturale.
L’ex casa cantoniera è stata ristrutturata è adibita a caffetteria ristoro, un luogo dose si possono assaggiare i prodotti locali: Serini, Scalvini e Camuni. E’ anche un centro di documentazione e info point per viaggiatori diretti in Val di Scalve.
La caratteristica prevalente in questi luoghi è la presenza costante di acqua. Ancora oggi nei tratti di strada aperti, la si vede in molti punti schizzare dalla roccia copiosa e suggestiva. In inverno lascia il posto a incantevoli stalattiti di ghiaccio spesso frequentate dai rocciatori armati di piccozza e ramponi che scalano le varie pareti.
Falesie via Mala

Falesie via Mala

Ristoro via mala

Ristoro via mala

Scalatori via Mala

Scalatori via Mala

Spa via Mala

Spa via Mala

L’altra caratteristica che si percepisce è la temperatura che mediamente è più bassa della media. Nei mesi estivi, quando anche da noi l’opprimente canicola ti toglie il fiato, in Via Mala si trova facilmente un refrigerio inaspettato e gradito.
In Via Mala è anche possibile praticare l’attività di pesca. Si può pescare lungo tutto il corso del fiume Dezzo. Recentemente è stato riservato un tratto del fiume lungo un chilometro, per la pesca No Kill.
Fra le pareti rocciose della Via Mala si sono individuate delle falesie che sono state chiodate e attrezzate per l’arrampicata. Sono oltre 100 e sono frequentate dai climbers di ogni parte del mondo.