Sentiero Angolo - Capo di Lago - Forra di Gorzone

Sentiero: Angolo Terme - Capo di Lago - Forra di Gorzone

Partenza e arrivo: Angolo Terme, via S. Silvestro 31

Distanza:
 anello di 6.90 Km

Tempo di percorrenza: 2 ore circa
Difficoltà: adatto a tutti con scarpe comode


Profilo Altimetrico

Partenza:
m. 416

Quota massima: m. 481
Quota minima: m. 306
Image
Si prende dopo 50 metri a destra il Ris de la Sal fino all’incrocio del Bedosco. Attraversate la strada e proseguite per Capo di Lago. In questo tratto, castagneti e splendidi prati si susseguono fino alla località Carboné. In prossimità dell’Edicola Votiva, tenete la destra dove inizia una sterrata che attraversa a mezza costa la collina.

Comincia un tratto molto panoramico sul Lago Moro e le Sorline veramente pregevole. Si attraversa la Scraleca che di fatto è il punto di osservazione più alto sul lago e si giunge in località Rodino. Al segnavia tenete la sinistra seguite un breve saliscendi fin quando ci si spiana sul crinale della collina. La strada continua a mezza costa. Sulla sinistra parzialmente coperto dalla vegetazione vediamo il Lago Moro. Lungo la strada incontriamo dei rifugi del periodo bellico. Poche centinaia di metri e ci troviamo difronte un castagno dove la strada crea uno slargo. Proseguite a sinistra attraverso un sentiero scalinato che ci porta in riva al lago.
Centro documentale Lago Moro

Centro documentale Lago Moro

Sentiero in riva al algo

Sentiero in riva al algo

Segnavia Rodino

Segnavia Rodino

Totem del Bedosco

Totem del Bedosco

Siete a Capo di Lago dove potrete ammirare tutta la bellezza di questo luogo. Lasciate dietro a voi il borgo e passata la chiesa si arriva al parcheggio dove arriva la strada da Corna. Seguitela in discesa fino all’altezza del primo tornante dove trovate sulla sinistra il segnavia per Gorzone. Entrate in una antica mulattiera che oltre a condurre a Gorzone, può condurre ad Angolo. A tratti, un pregevole lastricato impreziosisce questo sentiero. Il bosco è costituito prevalentemente da Castagno, ma si possono ammirare maestosi esemplari di Rovere. Si distinguono anche molti cespugli di Radica.

Subito dopo raggiungiamo la località Casa della Signora, una vecchia cascina diroccata in pietra rossa ormai aggredita dal bosco. il ripido pendio costringe il sentiero a qualche tonante prima di giungere ad un altro incrocio che a destra ci conduce alle Sorline basse fino a raggiungere Corna. Noi continuiamo a sinistra e di li a poco scorgiamo una splendida vista posteriore del Castello di Gorzone. Abbiamo l’impressione di essere quasi arrivati perché ad un certo punto lo abbiamo proprio molto vicino. Ci distanzia solo l’orrido che il Fiume Dezzo ha scavato nel corso dei secoli.
Passerella sul fiume Dezzo

Passerella sul fiume Dezzo

Castello di Gorzone

Castello di Gorzone

Segnavia Gorzone - Lago Moro

Segnavia Gorzone - Lago Moro

Segnavia per Gorzone

Segnavia per Gorzone

E’ un tratto molto esposto del sentiero e occorre percorrerlo con attenzione fino alla fine. Di recente il sentiero è stato messo in sicurezza e attrezzato con protezioni, passamano e cordini metalliche per rendere più agevole il passaggio. Poco dopo ave lasciato il castello dietro a noi, troviamo sulla sinistra delle pareti di roccia perpendicolari. Sono le Falesie che un gruppo di appassionati ha “chiodato” per le arrampicate.

Il sentiero risale per un breve tratto e poi scende decisi verso il livello del fiume. È un luogo molto suggestivo, ricco di fascino e mistero. Si attraversa la caratteristica passerella che ci conduce dall’altra parte del Fiume Dezzo. Occorre a questo punto risalire fino a raggiungere le abitazioni di Gorzone. A questo punto dovete risalire a sinistra la strada provinciale 294 che vi conduce ad Angolo Terme. Due chilometri vi separano per giungere al punto di partenza.

Per chi volesse fare una visita al Castello, bisogna invece scendere a destra fino alla Chiesa Parrocchiale a fianco della quale sale la strada per il Castello. Il Castello di Gorzone è aperto al pubblico nel corso di eventi programmati. Potete comunque visitare il caratteristico borgo.